Yalla Off 2019

Padri, figli e la terra tra di loro

Cinema // Letteratura // Migrazioni


Lecce // 21-23 febbraio

CINEPORTO, BIBLIOTECA BERNARDINI-CONVITTO PALMIERI


Padri, figli e la terra tra di loro è una rassegna culturale multidisciplinare organizzata dall’Associazione MENA (Mille Eventi Nell’Aria) nell’ambito delle attività Off del Festival del cinema arabo Yalla Film Fest di Lecce.

 

Dal 21 al 23 febbraio Lecce ospiterà registi, scrittori e intellettuali per parlare della complessa questione delle migrazioni dal Nord Africa e del rapporto del migrante con la propria cultura e la propria madrepatria. Lo faremo attraverso la proiezione di due recenti lungometraggi e la presentazione di due libri, che pongono un accento particolare sulle dinamiche di incontro e scontro generazionale e su quelle dinamiche intime e affettive che sono determinate dall’esperienza della dislocazione, che sia per scelta o per costrizione. Opere che indagano il rapporto tra padre e figlio all’interno della cornice problematica della migrazione e dell’esilio. Tutti gli eventi sono gratuiti e aperti al pubblico.

 

La realizzazione della rassegna è stata resa possibile grazie al sostegno di Apulia Film Commission e Biblioteca Bernardini-Convitto Palmieri. 


PROGRAMMA

  • Giovedì 21 febbraio alle ore 19:00 al CineLab Bertolucci: proiezione di Talien (2017), del regista Elia Moutamid, che sarà presente in sala. Talien è un tenero road-movie che racconta la storia di Abdelouahab, Aldo, che dopo quasi quarant’anni in Italia, decide di tornare a casa, in Marocco. Ilyass, Elia, suo figlio, regista del film cresciuto in Lombardia, si unisce in questo viaggio di ricordi e storie. Un viaggio che è l'occasione di un padre e di un figlio per spiegarsi, capirsi, incontrarsi. 
  • Venerdì 22 febbraio alle ore 19:00 al CineLab Bertolucci: proiezione di Weldi, di Mohammed Ben Attia, regista rivelazione del nuovo cinema tunisino. Riadh, il protagonista, è un operatore di carrelli elevatori nel porto di Tunisi, città in cui vive insieme alla moglie Nazli e al figlio Sami, che si sta preparando per gli esami di scuola superiore. Sami soffre di continui attacchi di emicrania ma quando la situazione sembra migliorare, il ragazzo scompare improvvisamente. I genitori cominciano a cercarlo finchè scoprono, grazie ad un messaggio su Facebook, che il ragazzo potrebbe essere in Siria. Mohammed Ben Attia sarà presente in sala per commentare insieme il film.
  • Sabato 23 febbraio alle ore 18:00 alla Biblioteca Bernardini-Convitto Palmieri: Simone Sibilio e Francesca Corrao presenteranno la raccolta di poesia araba contemporanea In guerra non mi cercate. Poesia araba delle rivoluzioni e oltre (Mondadori, 2018).Sibilio e Corrao sono tra i traduttori e curatori di questo volume antologico che raccoglie alcuni tra i più importanti poeti arabi contemporanei, che hanno contribuito ad animare i dibattiti politico-culturali innescati dalle rivolte scoppiate nella regione araba alla fine del 2010. Ospite della presentazione la poetessa siriana Widad Nabi. Al termine, Reading in arabo e italiano a cura di Nabil Bey-Radiodervish e Mariela Cafazzo.

ingresso gratuito

info 3332599106

ufficio stampa 3490726067

facebook Yalla Film Fest